Alpinisti ciabattoni


1 - 1 di 207 risultati

Alpinisti ciabattoni

Attualmente non disponibile

16,00

Autore: Achille Giovanni Cagna
Editore: Elliot

Alpinisti ciabattoni – uno dei pochissimi libri del nostro Ottocento giocato decisamente sul registro umoristico – è ritenuto comunemente il capolavoro di Achille Giovanni Cagna, “scapigliato” piemontese sulla linea “macaronica” che da Faldella giunge a Carlo Emilio Gadda: scrittore estroso armato di un acre gusto espressionista, venne compreso e valutato tardi da critici come Benedetto Croce, Piero Gobetti e Gianfranco Contini, che, nel 1925, ne ripubblicò (per la Piero Gobetti editore) le opere migliori, fra cui Alpinisti ciabattoni, “descrizione dei malanni e degli inconvenienti della villeggiatura”.
È proprio questa lingua ricca di invenzioni, che attinge a vari dialetti, irrequieta e saporosa, la vera sorpresa del libro, ed è grazie a lei se le goffe peripezie di questi piccolo-borghesi, incapaci di prendersi una vacanza e insensibili alla bellezza, restano tenacemente ancorate alla nostra memoria.

Achille Giovanni Cagna Achille Giovanni Cagna, nato a Vercelli nel 1847 in una famiglia umile, dopo l’espulsione dalla scuola tecnica iniziò a lavorare con il padre falegname. Si dedicò tardivamente alla letteratura, aiutato da personaggi come Giuseppe Cesare Abba, Edmondo De Amicis e soprattutto Giovanni Faldella. Nelle sue opere, tra cui ricordiamo Provinciali (1886), La rivincita dell’amore (1891), Contrada dei gatti (1924), viene vivacemente rappresentata la vita di un certo mondo piccolo-borghese. Oltre alla narrativa, lo scrittore si cimentò anche in varie opere teatrali e nella poesia. Morì a Vercelli nel 1931.

Informazioni aggiuntive sul prodotto

Titolo Alpinisti ciabattoni
Autore Achille Giovanni Cagna
Editore Elliot
Data 2013
Pagine 160
Dimensioni 14 x 21 cm
Formato Brossura
ISBN o EAN 9788861923867

Cerca questa categoria: Romanzi e racconti
1 - 1 di 207 risultati