Il Piave mormora ancora


Il Piave mormora ancora

Scorte disponibili
Possibilità di spedizione entro 1 giorno lavorativo

15,00


Autore: Elisabeth Groelly
Conti editore

La diga del Vajont è una diga in disuso progettata dall’ingegner Carlo Semenza e costruita negli anni tra il 1957 e il 1960 nel territorio del comune di Erto e Casso, nella Regione Autonoma Friuli.

Testimonianze:

«Non è possibile accedere alla sommità della diga senza la guida.»

«Una tappa fondamentale, un documento storico della regione e della nazione.»

Trovo i rapporti tra Zoldo, Vincenzo e Tonino (in Francia) e tra Zoldo, Lino, Jean, Diletta ed Erta (in Italia) profondamente umani. Troviamo uomini e donne in età matura, bastonati dalla vita ma che la vogliono vivere nonostante tutto. Ho potuto conoscere quanto accaduto con il disastro del Vajont, in Italia, il dramma delle persone che sono sopravvissute in questi cinquant’anni. Sono come quelli che dopo l’Olocausto hanno dovuto convivere con il dolore della perdita dei loro cari. La personalità di Erta, trasformata dagli anni passati nella clinica psichiatrica, mi hanno particolarmente toccato. Lei è stata generosa, aperta verso gli altri ma il dramma della morte del figlio e del fidanzato l’hanno giustamente sconvolta. Erta aveva tutta la vita davanti a sé ma ha perduto tutto. Nel settimo capitolo troviamo due lettere che sono l’espressione di un certo affetto verso i personaggi che sono stati toccati da grandi dolori. Questo libro mi ha permesso di conoscere una parte di storia e cultura italiana.


Un uomo lascia la Francia per il Veneto. È Zoldo Fattori, che, dopo una vita spesa nell’insegnamento e senza più vincoli in terra francese, vede il Veneto come l’agognato approdo dei suoi passi e pensieri. Là è il mondo mitico degli avi, ma anche il funesto teatro del Vajont, dove perirono duemila persone, tra cui sua madre e le sue sorelle: un evento che doveva segnare a fuoco i suoi giorni a venire. Oggi, nel trasferire in patria le ceneri del padre, Zoldo tenterà di ritessere quella trama impalpabile di sogni che dovrebbero riportarlo a Eretta, la ragazza poco più grande di lui, incontrata subito dopo la tragedia. Nuovi giorni, incontri e nuove suggestioni finiranno per schiudersi all’animo incontaminato di questo sessantenne sensibile quanto generoso. Così, nel contrappunto delle sue emozioni, trascorre il racconto, proprio come quel fiume che il titolo riecheggia…

Informazioni aggiuntive sul prodotto

Titolo Il Piave mormora ancora, i sopravvissuti alla diga del Vajont, autore Elisabeth Groelly, Conti editore
Autore Elisabeth Groelly
Editore Conti editore
Data 2017
Pagine 236
Dimensioni 14,5 x 21 cm
Formato Brossura con alette
ISBN o EAN 9788897940517

Cerca anche queste categorie: Romanzi racconti leggende di montagna, Libri avvenimenti storici in montagna, Libri cultura alpina