Everest 1953


Everest 1953

Scorte disponibili
Possibilità di spedizione entro 1 giorno lavorativo

19,90


Autore: Conefrey Mick

Editore: Corbaccio

Il mattino del 2 giugno 1953, mentre la nazione si preparava all'incoronazione della Regina Elisabetta II, le prime notizie cominciarono a filtrare: la cima dell'Everest era stata raggiunta. Quella che è passata alla storia come esempio di spedizione perfettamente pianificata, però, non fu realmente così. Mick Conefrey, infatti, ci rivela tutti i retroscena, le crisi e le polemiche - sia in parete che in patria - che nessuno ha mai raccontato: dalla ricerca rocambolesca dei finanziamenti alla ribellione degli Sherpa, dalle condizioni meteo avverse all'ostilità della stampa domestica. Anche se tutto ciò non fa che esaltare ancor di più la spedizione di John Hunt e del suo team, che per avere successo dovette far ricorso a capacità inimmaginabili e a tutta la determinazione possibile, nonché a una sana dose di supponenza e ingenuità britanniche. Ma questo libro è anche un omaggio ad alcune personalità molto spesso "dimenticate" dal racconto ufficiale, come Eric Shipton, l'enigmatico "Mr Everest", e Charles Evans, che si sacrificò a 100 metri dalla vetta per farvi arrivare Hillary. Grazie alla sua appassionata ricerca tra le lettere, i diari e i ricordi dei protagonisti di allora, Conefrey è riuscito ad entrare profondamente nell'animo degli alpinisti e a rispondere a domande che da sei decenni tormentano gli appassionati di montagna: perché a Eric Shipton fu a un certo punto tolta la leadership della spedizione? Chi mise piede per primo sulla cima: Hillary o Tenzing?

Informazioni aggiuntive sul prodotto

Titolo Everest 1953
Sottotitolo L'epica storia della prima salita
Collana Exploits
Autore Conefrey Mick
Editore Corbaccio
Data 2013
Pagine 360
Dimensioni 14 x 21 cm
Formato Cartonato con sovracoperta
Illustrazioni Colori e bianco noero
Lingua Italiano
ISBN o EAN 9788863804911

Raccomandiamo inoltre

Alpi & Alps
24,90

Cerca anche queste categorie: Corbaccio, Alpinisti e grandi imprese